Cerca
  • Simona Trifogli

Lunedì, 6 Gennaio 2020


Mi hanno detto, cara Befana,

che tu riempi la calza di lana,

che tutti i bimbi, se stanno buoni,

da te ricevono ricchi doni.

Io buono sono sempre stato

ma un dono mai me l'hai portato.

Anche quest'anno nel calendario

tu passi proprio in perfetto orario,

ma ho paura, poveretto,

che tu viaggi in treno diretto:

un treno che salta tante stazioni

dove ci sono bimbi buoni.

Io questa lettera ti ho mandato

per farti prendere l'accelerato!

O cara Befana, prendi un trenino

che fermi a casa d'ogni bambino,

che fermi alle case dei poveretti

con tanti doni e tanti confetti.

Gianni Rodari, Alla Befana


0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Amo la radio perchè arriva dalla gente entra nelle case e ci parla direttamente e se una radio è libera ma libera veramente mi piace ancor di più perchè libera la mente. Eugenio Finardi

Quando l'allievo è pronto, il maestro apparirà. Don Diego de La Vega

Le parole abbagliano e ingannano perché sono mimate dal viso. Ma le parole nere su una pagina bianca sono l'anima messa a nudo. Guy de Maupassant